Quante varietà di oro esistono e cos’è l’oro da investimento?
30 agosto 2017
Perché investire nell’oro?
24 settembre 2017

L’origine dell’oro si perde nella notte dei tempi. Il suo nome deriva dal latino “aurum”, che significa “alba scintillante”. Questo metallo è caratterizzato da un’elevata resistenza alla corrosione ed è proprio questa qualità che lo contraddistingue e ne ha fatto un materiale ideale per coniare monete e creare gioielli.

Attualmente è fatto largo uso di oro in vari campi: a partire dalla componentistica elettronica come materiale di rivestimento delle superfici di contatti elettrici, per garantirne la resistenza alla corrosione nel tempo o come componente in computer, applicazioni industriali ed è presente persino in alcuni motori a jet e dispositivi di comunicazione.

Molto utilizzato anche in ambito medico per la formulazione di diagnosi, la realizzazione di otturazioni e ponti in odontoiatria e molto altro ancora.

Persino in ambito astronautico l’oro è utilizzato, nella forma di lamina sottile, nei visori delle tute spaziali per la protezione dalla luce solare.

Tantissimi altri sono gli usi dell’oro, soprattutto a carattere ornamentale, ma la funzione più ‘redditizia’ di tutte è sicuramente quella che lo porta a definirlo il ‘bene rifugio’ per eccellenza ed è anche il motivo per il quale tutti dovremmo avere una personale riserva di oro. Dunque, perché è necessario investire una parte delle nostre risorse economiche in oro? Ve lo spieghiamo qui:

Maria De Paola
Maria De Paola
https://mariadp.myintergold.com/home.php

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *